background verde

domenica 2 agosto 2015

In queste settimane ho imparato...

Ho imparato che ci sono persone che hanno il "vizio" di parlare sempre e solo male di chiunque.
Ho imparato che questo genere di persone hanno un grosso problema. Perchè è matematicamente impossibile che su cento persone che hai davanti, siano tutte e cento da disprezzare a trecentosessanta gradi.
Ho imparato che sono persone "tossiche" per la vita altrui. Perchè dietro di loro, e addosso a chi le ascolta, non lasciano nulla di positivo, ma solo la sensazione di essere stati trattati come una discarica.
Ho imparato anche che il vizio del pettegolezzo è contagioso, e che ho un difetto grosso come una casa: mi lascio troppo spesso trasportare dentro a questo finto divertimento, rendendomi conto troppo tardi di aver lasciato sul comodino i collegamenti tra cervello e bocca (o dita per digitare) prima di mettere i piedi sul pavimento la mattina.

Però.

Ho imparato che questo non va bene. Non va bene perchè non mi lascia, in fondo al cuore, serena. E il cuore non mente mai. E' un errore enorme.
Ho imparato che perdendo troppo tempo ed energie in questa cosa, si rischia di perdere il bello di tante persone. E tante persone belle. E non è sempre facile, a ragion veduta, recuperarle nella propria vita.
Ho imparato che la malalingua fa danni. Tanti. E il più delle volte in cambio non se ne ottiene proprio nulla.
Ho imparato soprattutto, e a mie spese, che chi ha il vizio di parlare sempre, solo ed esclusivamente male con me delle vite altrui di sicuro ha già parlato male di me con altri. Perchè il problema non è nel resto del mondo che è pieno di difetti irritanti, ma in chi punta costantemente il dito, perchè facendolo si sente meno imperfetto di quello che è. E io faccio comunque parte del resto del mondo, ai suoi occhi, come chiunque altro. Nè più nè meno. Anche quando questi mi dà l'illusione di essere per lui (o per lei) diversa ai suoi occhi.

E quindi.

Ho imparato che posso difendermi da questa cosa fastidiosa eliminando dalla mia vita la sua fonte, che sarà anche brutto da dire, ma io la vocazione della crocerossina non ce l'ho, e nemmeno del cassonetto della differenziata.
Ho imparato che tra i tanti miei punti deboli ce n'è uno in particolare che, se toccato, mi fa tornare a ragionare in un nanosecondo.  Ci sono poche cose che si possono fare per farmi davvero del male, e tra queste c'è il giudizio malevolo su chi mi sta a cuore uscito da una bocca che non sa, non conosce e non rimane dal mio lato della porta di casa quando la sera la chiudo. E quando ne vengo a conoscenza torno in qua di brutto, mi si accende come una lampadina, e ci vedo molto, molto meglio.
Ho imparato che bisogna essere, a volte, anche un po' umili, che ammettere di aver ceduto ad una debolezza non fa certo onore, ma se sbagliare è umano, perseverare è diabolico. Ho imparato che cambiare idea o atteggiamento non è incoerenza, ma è usare la testa, perchè ci vuole più coraggio a cambiare strada a testa alta sapendo di intraprenderne una migliore che incaponirsi a percorrere la propria solo per partito preso.
Ho imparato che tagliando, sulle prime posso anche soffrirci, ma in un secondo momento la sensazione di leggerezza nella coscienza è di gran lunga superiore alla sofferenza. In sostanza, ci vado solo a guadagnare.
E ci va a guadagnare la mia famiglia, i cui unici interessi sono tenuta a fare con tutta me stessa, perchè l'amo. Se sono serena io, sono doppiamente sereni loro.

Questo è un post che parla di me e parla di altri, di un errore mio e di un errore altrui contemporaneamente, e che in queste ultime settimane mi ha fatto riflettere per un motivo particolare e per niente piacevole. Non importa se chi legge non ha compreso: serve a me per tenere appuntata davanti agli occhi questa cosa, da rileggere di tanto in tanto per rinfrescarmi la memoria.

Ps. Ho trovato, tra i tantissimi siti che ne parlano, una spiegazione esaustiva su cosa siano le persone "tossiche". E lascio il link a chi legge. Credetemi, ne vale davvero la pena.

http://lamenteemeravigliosa.it/7-strategie-per-identificare-le-persone-tossiche/


8 commenti:

azzurrocielo ha detto...

anche se non conosco i dettagli della vicenda, tutto quello che hai scritto, non fa una piega!

Claudia ha detto...

Provato tutto quello che dici! Il bello è poter ripartire, più consapevoli e forse migliori! Claudia

Anonimo ha detto...

Bellissima la riflessione che hai scritto! Da tenere sempre a mente!!! Davvero veritiera!!!!

Mamiga ha detto...

@Anonimo: chi sei?

Laura GDS ha detto...

Sarà anche solo una tua riflessione ma vale anche per me.

Laura GDS ha detto...

Sarà anche solo una tua riflessione ma vale anche per me.

Laura GDS ha detto...

Sarà anche solo una tua riflessione ma vale anche per me.

Andretta Baldanza ha detto...

Questo è perfetto, davvero.
Hai ragione su tutta la linea, quale che sia la causa scatenante hai detto cose davvero sacrosante e che valgono sicuramente non solo per te!!