background verde

domenica 19 agosto 2012

Fagianelle, scoiattoli e volpi

Sembra un sentiero qualunque, ed in effetti lo è un sentiero qualunque
Ma più in particolare è un sentiero che appartiene alla zona dove vivo, un itinerario ciclabile lungo non più di tre o quattro chilometri che serpeggia tra campi, boschetti e parco fluviale, passa davanti a un antico mulino abbandonato e una capanna da birdwatching. Per raggiungerlo ce n'è da fare altri tre o quattro di km da casa mia, ma quasi tutti su pista ciclabile, quindi si fanno senza difficoltà. Ieri sera sono riuscita finalmente a percorrerlo, imbustata e munita di cellulare per fotografare qualcosa, in meno di un'ora tra le sette e le otto. Ho anche incrociato esemplari di fauna locale: fagianelle, uno scoiattolo, una volpe (stupenda!) e un pescatore in... motorino.

Oggi pago, ho la schiena a pezzi: la strada bianca non è la cosa più raccomandabile a poco più di tre mesi da quando ci hanno messo mano e bisturi. Ma avevo tanta voglia di immergermi nel silenzio e nel verde, pensando che è forse l'unica nota positiva di queste mie tanto odiate estati. E ho fatto decisamente bene, perchè sembra che il profumo del sottobosco alleggerisca il respiro e l'anima.

7 commenti:

Renata_ontanoverde ha detto...

Parole sante! Il verde rigenera, la Natura guarisce, la serenità della vita campestre è un balsamo!

Forse camminare era preferibile, forse.

Auguri e vedrai che l'estate passa presto!
Buona domenica!

Anonimo ha detto...

Che bello, mi hai fatto voglia di prendere le bici e venire fin là.
Baci Cristina Barbini

Miss Marple ha detto...

Che bello poter pedalare cosi' in mezzo alla natura e aver la fortuna di fare cosi' meravigliosi incontri :)))
Sonia

Fragolina ha detto...

che bello!
anche la volpe?? bellissimo

io a casa vivo in postaccio in mezzo alle industrie
mi sto sfogando qua al mare... tutti i giorni facciamo un giro in bicicletta e Samu è entusiasta...

ieri però sono dovuta andare in farmacia a prendere i cerotti per la schiena perchè la sera pago il conto!

ma ne vale la pena...

sarebbe bellissimo avere un percorso così bello da fare vicino a casa..!

francescabianca ha detto...

non avrai forse curato la schiena per un giorno, ma hai curato l'anima :-)
un abbraccio!
francesca

Mapiova ha detto...

Ma in che bel posto abiti!? Abitare in centro città come me potrà anche essere comodo per i trasporti pubblici, ma un boschetto come questo appena apri le finestre alla mattina è pura fantascienza.

Mamiga ha detto...

@Mapiova: è il vantaggio di vivere in campagna. Non ci saranno tutte le comodità del mondo, l'auto è indispensabile, ma avendo provato anche la vita cittadina posso dire di preferire questa a trecentosessanta gradi. :-)