background verde

sabato 24 agosto 2013

Tre anni senza di lui

Giovedì sono andata a ritirare l'esito della biopsia del neo, tolto quasi un mese fa ormai. Fortunatamente era displastico, e non si può immaginare il sollievo che ho provato. Eccesso di scrupolo dell'oncologo alla fine. Ma va bene, va benissimo così. Stamattina però sono dovuta andare dal medico poco dopo sveglia: la cicatrice si è infettata e mi sono trovata la spalla sporca di pus, dolorante. Mi avevano detto che i punti non avrebbero dovuto essere rimossi, dovevano cadere da soli, e invece no: non solo non sono caduti, ma hanno fatto un bel macello. Morale, il medico ne ha tolti quattro su cinque (il quinto desiste), mi ha messo sotto antibiotico per una settimana, e se tra otto giorni il quinto punto dovesse fare il testardo e non muoversi mi ha consigliato di tornare dal chirurgo.

Oggi però il mio "cancralendario" segna una data importantissima: la data dell'intervento. Quello da cui si inizia a contare. Quello grosso, di cui porto due segni, quello fisico e quello intimo. Quello fisico è ancora lì, impossibile a non vedersi, con l'ascella e parte del braccio ancora completamente insensibili (e che così rimarranno) ma sempre più rosei, e a cui ormai mi sono abituata. Quello intimo anch'esso è ancora lì, che mi fa sentire al colmo della gioia quando penso a come sono stata fortunata per come si sta svolgendo il "dopo", e allo stesso tempo mi stringe cuore e stomaco quando invece il mio pensiero va ad alcune mie compagne di strada a cui è andata decisamente in maniera diversa. Perchè c'è poco da fare, a volte mi sento meschina ad esprimere la mia gioia in questo senso, quasi irrispettosa, poco delicata. Perchè la sensazione che ho è che il più delle volte non sia merito mio se sono qui, di chi mi ha curato probabilmente in parte, ma per il grosso sia solo una grandissima botta di fondoschiena.

Comunque, oggi sono tre anni, sono qui, viva, senza ombra di recidiva, e un po' di festa me la merito. Oggi festeggio il mio terzo anno di vita senza cancro.  E prego il cielo che sia il terzo di una serie interminabile.

10 commenti:

Adriana ha detto...

Non devi sentirti irrispettosa, non siamo noi a decidere del nostro destino... c'è chi è più fortunato e chi meno..
non è bello da dire, ma io sono felice della malattia che ha colpito la mia famiglia, perchè se fosse stata lei sarebbe stata un'altra ma mortale che già avrebbe portato via due persone care...
un bacio

Mia Camilla Lazzarini ha detto...

Non so se alla fine della vita c'è un "dopo", ma se c'è sono sicura che chi ha percorso il nostro stesso cammino, ma con esito diverso, è là che festeggia insieme a te.
Buon annivitario!

Isabella ha detto...

Sono felice per te e ti auguro che ogni anno tu possa festeggiare serenamente!!! Sicuramente è questione di fortuna, o più secondo me di destino...tant'è...ed evviva per te!

Sara L'arcobaleno di Sara ha detto...

cara Sara, festeggia e si felice... nessuno potrebbe accusarti di irrispettosità.
un abbraccio
Sara

Gorgoglio ha detto...

Hai tutto il diritto di festeggiare senza sensi di colpa cara, anche io prego ogni giorno per le mie amiche fortunate come te e per quelle che lo sono state di meno. Ti abbraccio

Ely75 ha detto...

Hai tutto il diritto di festeggiare, per te stessa, per la tua famighlia, gli amici e per chi ha la speranza di poter avere il tuo stesso roseo percorso.

Fragolina ha detto...

Felicissima di festeggiare con te!
e che sia così ogni anno, senza sensi di colpa ma con sempre piu' gioia
^_^

giudig ha detto...

Tanta gioia per questo bell'anniversario! :-)

Cancro Speranza ha detto...

Sono felice per te.
Ti mando un forte abbraccio.
Complimenti per il tuo blog.
"Buon vento" cara amica.
Rosella Berchialla www.signoretioffroilmiocancro.it


Loredana ha detto...

Ciao augurissimi per altri mille anniversari!!Io la sera che festeggiavo o meglio esorcizzavo la prima ricorrenza del mio intervento ho ballato come una matta in preda al delirio e alla paura. Ancora oggi dopo due anni mi do della stupida quando mi sorprendo a ridere dimenticando i della mia vita minata ma siamo forti tutte quante e sono certa che c'è la faremo tutte !!
Un bacio a tutte
Loredana