background verde

lunedì 16 febbraio 2009

Di Amy e di PRMF

"Piciulina" è il soprannome di Amy, che comunque sta bene. Ha trascorso tutto il giorno di sabato in uno stato un po' pietoso, tremava, mangiava solo liquido, ogni tanto vomitava... insomma ha avuto un post-operatorio decisamente più tristarello di quello che all'epoca ebbero sia Gioia sia Heidi. E' rimasta quasi tutto il giorno accucciolata nella cesta sotto alla copertina di pile, e dovevo stare attenta a come la toccavo perchè si lamentava.
Poi ha recuperato alla grande comunque. Oggi se non fosse per il cerottone sul pancino non si direbbe nemmeno che tre giorni fa ha subito l'intervento.
E no, non era uno sguardo di odio quello con cui l'ho ritrovata venerdì sera, ma uno sguardo dolcissimo di un musetto che si strusciava contro lo sportellino grigio del portagatto, in cerca di effusioni. Nel momento in cui l'ho chiamata, mentre il portagatto era ancora avvolto nella coperta che prudentemente la vete ha usato per riportarla da Gorizia, ha risposto come al suo solito, rincuorandomi.
Vabbè, anche questo capitolo è chiuso, e io ho di nuovo la gattolina dei miei sogni in giro per casa, tale e quale come era prima (si beh, il tempo che le ricresca il pelo dove necessario!).

Ma venerdì ho avuto anche una lieta sorpresa: è arrivata la lettera della ASL in cui ci comunicano che finalmente (dopo sei mesi dalla richiesta!!!) a nostro figlio è stato assegnato il tanto desiderato pediatra, anche se fuori distretto. Non sia mai che finalmente abbiamo risolto anche questo problema, almeno per qualche anno ora abbiamo un punto di riferimento per raggiungere il quale non si debba prima recitare tre mantra. E che sia sempre quello e non il pediatra di turno all'ambulatorio.

E oggi ho avuto anche una piccola sorpresa: mi hanno consegnato la domanda di iscrizione anticipata per la scuola elementare. Ovviamente ho reso il modulo compilato nella parte in cui rinuncio a questa opportunità, ma confesso che è stata una piccola emozione: il mio Tripperello ha l'età in cui potrebbe andare a scuola, e se penso al giorno in cui gli mettevo il primo pannolino mi sembra ieri. E' che mio figlio, almeno in apparenza, cresce alla grande, velocemente, e per certe cose brucia davvero le tappe. Questa cosa mi inganna sempre, perchè sentendolo ragionare, ascoltandolo leggere, misurandolo e pesandolo (!!!) dimentico subito tutto il resto e lo vedo già con la cartella sulle spalle. Ma "tutto il resto" non va dimenticato, e tutto sommato sono felice di saperlo ancora per un po' in quel mondo tutto giochi e allegria che è la scuola materna.

5 commenti:

chica72 ha detto...

Brava Mamigà sono proprio daccordo con te meglio un'altro anno di giochi e spensieratezze. Ogni cosa a suo tempo.

fiocco72 ha detto...

Per la scuola concordo, ottima scelta!!!E sono contenta che tu abbia risolto anche con il pediatra!!

Mondopapy ha detto...

Beh dai, un sacco di eventi fortunati!

Per la scuola non saprei, ma di certo la sceta è da farsi in base al bambino....
Noi l'abbiamo iscritta anticipatamente perchè di fatto è pronta, sa leggere e vuole a tutti i costi imparare cose nuove...Ha un carattere posato....questo conta dovendo passare dalla materna alle elementari dove devi stare seduto al banco!

A tre anni e mezzo preferiva stare a guardare i bimbi che si preparavano per il passaggio piuttorto che andare a giocare, così già sapeva scrivere le lettere...ma sotto sopra, perchè li guardava stando di fronte...eh eh!

Insomma, sta lungaggine per dire che non è un assoluto....ci sono caratteri e caratteri e magari quello che può sembrare un altro anno di gioco...in realtà può essere un anno senza stimoli adeguati al loro momento....non so se mi spiego...a noi è capitato anche con il nido, tornando indietro ti dico che abbbiamo fatto una scelta poco saggia...si è veramente annoiata....

Baciiiiii

Mamiga ha detto...

@Mondopapy: ti do perfettamente ragione, la scelta è da fare in base al carattere del bambino, e in questi casi nessun consiglio ha valore al di fuori di chi il bambino lo conosce bene nel quotidiano. Nel nostro caso, mio figlio è il perfetto contrario della tua. :)

roberta67 ha detto...

PRMF ha l'aria di essere indiavolato come il mio quattrenne. Il problema dell'iscrizione anticipata si potrebbe presentare il prossimo anno ma credo che, come voi, opterò per tre begli anni completi alla scuola dell'infanzia, anche se per me potrebbe voler dire doppia consegna mattiniera.
Roberta