background verde

mercoledì 21 gennaio 2015

Geometria e problem-solving

L'anno scorso la maestra ha voluto che comprassimo ai bambini righelli, goniometro e stecche rigorosamente di gomma al posto di quelle di plastica, perchè i ragassuoli avevano l'abitudine di giocare agli spadaccini con le stecche durante la ricreazione (con gli evidenti effetti... collaterali).

Quest'anno, a settembre, ha decretato che righelli e stecche di gomma non vanno più bene, perchè se i bambini non riescono a tenerli ben fermi sul foglio con le dita larghe, mentre tirano le linee i righelli si deformano e ciao retta.

Ho ripreso righello e stecca in plastica: dopo la prima settimana in cartella, si sono spaccati.

Ho acquistato righello e goniometro di alluminio, leggeri, teoricamente indistruttibili, indeformabili (sono quelli con la barra in rilievo per far presa più agevolmente). Ieri la maestra ha mandato a dire che non vanno bene, perchè "mamma, quando li appoggiamo sui banchi o ci scivolano dalle mani fanno troppo rumore".

Ora, io in quinta elementare ci sono stata trentadue anni fa. Un po' di Alzheimer ci sta. Ma la memoria mi difetta, evidentemente, se sto a chiedermi se il mio materiale scolastico, al tempo, sia stato così problematico. 

7 commenti:

Miss Marple ha detto...

E che stress!!
Squadre di gomma mai comprate,a dire il vero non le ho mai nemmeno viste dalle mie parti.
Invece si sono sprecate quelle di plastica, cambiate quasi ogni anno un po' perchè si spuntano facilmente, un po' perchè perse :)
Forse forse mi ricordo un righello di alluminio... quello non so nemmeno che fine abbia fatto :)
Sonia

pinkg ha detto...

rido...però ci sarebbe da piangere!
Ricordo che fin dalle elementari io (e non solo io) compravo la cancelleria da sola! ergo...tutte queste opzioni non c'erano?
bah...

Anonimo ha detto...

L'alternativa? le compra tutte la maestra, quelle che le vanno bene, e voi fate la colletta.
Così prende quelle che vuole e si rende conto del costo.
Ah!, che bei tempi! adesso manco so dove si prende Vinavil, scotch, forbici, pennelli, flauti, cartoncini, matite, penne cancellabili... sono tutto un lontano ricordo.
Avverrà anche per voi. :-)

quella di Lucy.

Mamiga ha detto...

Si ma... solo a me quel "fanno troppo rumore" fa venir voglia di fare la prova dei decibel usandoli come diapason sulla sua testa? O forse sono cose che non si possono dire... :/

roberta ha detto...

No, il mio è ancora in casa, a disposizione sotto mia stretta sorveglianza, quando il loro si rompe o evapora. E alle elementari ci sono andata prima di te. Certo, non è in stato perfettissimo come appena uscito dal negozio ma ha comunque quasi quarant'anni. E forse una squadretta apparteneva a mio padre.
Roberta

genitorialmente Manu e Flavia ha detto...

Che incubo! A noi con la primogenita è andata meglio, abbiamo dovuto prendere solo quelle di alluminio... forse da noi l'alluminio fa meno rumore :) :) :)

Mamiga ha detto...

O avete i banchi insonorizzati :DDD