background verde

martedì 10 novembre 2015

San Martin ze andà in sofita...

11 novembre, il giorno di san Martino: la tradizione del dolce decorato - Blog

11 novembre, il giorno di san Martino: la tradizione del dolce decorato - Blog


L'11 novembre è San Martino: la tradizione ed il suo "mitico" dolce



Potrebbe interessarti: http://www.veneziatoday.it/blog/vivivenezia/san-martino-dolce-tradizione-11-novembre.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/VeneziaToday/252463908142196
 

San Martino, la tradizione di festeggiarlo risale a moltissimi secoli fa ormai, dalla fondazione della chiesa dedicata al Santo, nel 1540. Ne sono passati di secoli, quasi 5, ma la festa è giunta fino ai giorni nostri, ed è sempre molto sentita in città, amata da tutti i veneziani.
L'11 novembre, sempre da tradizione, i più piccoli girano per le strade della città con una corona di carta in testa, facendo confusione con pentole e campane, e chiedendo "un po' di generosità" ai passanti. Un modo come un altro per chiedere qualche soldo. Questa è una prassi che sta via via scomparendo, molto diffusa nei decenni passati, ma che non incontra più l'interesse dei bambini, più coinvolti da altri tipi di ricorrenza, una su tutti, Halloween. E saranno sicuramente in molti, specie i più attempati, a non capire il perché di questo cambio della tradizione.
Una tradizione che invece non scompare è quella che si festeggia a tavola, con i dolci di pastafrolla a forma di San Martino, che cavalca il suo cavallo. Glassati di cioccolato e ricoperti di caramelle, cioccolatini e dolciumi vari: un vero tripudio per gli occhi, ma anche per le proprie papille gustative. Le pasticcerie e le vetrine, addobbate a tema, pullulano di dolci di San Martino in tutte le dimensioni e forme, riccamente colorati: dei piccoli capolavori ai quali è davvero molto difficile rimanere indifferenti.
11 novembre, il giorno di san Martino: la tradizione del dolce decorato - Blog

Tradizione tipicamente veneziana, quella della preparazione del dolce di pastafrolla a "forma" di santo si sta diffondendo anche nella terraferma, non solo nella provincia di Venezia, ma anche in quelle di Padova e Treviso.
Per tutti quelli che lo festeggiano, che San Martino è quello senza il dolcetto di pastafrolla, riccamente decorato e colorato?

Da un articolo di oggi di VeneziaToday (link)

E come ogni anno, se pure in trasferta definitiva da  quindici anni, anche il 2015 ha il mio dolce di san Martino, che mi vede impegnata per mezz'ora il mattino per pasta e sagoma (più il tempo per la cottura, ma tanto il forno fa da sè) e un po' di più il pomeriggio per decorarlo.
Di solito, il giorno in cui lo preparo (il 10 novembre, in modo da averlo pronto il giorno della festa per farci colazione), i pensieri verso i ricordi di quando ero bambina la fanno da padroni mentre ci lavoro. Il dolce a forma di cavallo e cavaliere in casa nostra non mancava mai. Ho avuto un'ottima maestra, la mia mamma. Anche se lei il cioccolato non lo metteva, ma lo ricopriva di glassa bianca a riccioli e "bonboncini" (come li chiama lei). Dopo sposata l'ho sempre fatto io, affiancando le mie tradizioni a quelle prese nel luogo in cui vivo. E a beneficiarne, ovviamente, è mio figlio, che si pappa queste e quelle, e come me a distanza di trent'anni infila nello zaino di scuola il pezzo migliore per esibirlo (e disintegrarlo) a ricreazione.
  
E anche quest'anno, per il terzo anno consecutivo, l'amica che mi ha regalato lo stampo (grazie Cristina!) è stata ricordata con immenso affetto, per avermi agevolato nel lavoro ^_^
Il difficile è attendere domani per farlo a pezzi e farlo sparire.



Potrebbe interessarti: http://www.veneziatoday.it/blog/vivivenezia/san-martino-dolce-tradizione-11-novembre.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/VeneziaToday/252463908142196






Potrebbe interessarti: http://www.veneziatoday.it/blog/vivivenezia/san-martino-dolce-tradizione-11-novembre.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/VeneziaToday/252463908142196

3 commenti:

Anonimo ha detto...

Dono fatto con il cuore.
Parlanfo di tradizioni nemmeno io capisvo perché Hallowen sì e San Martino no.
Per fortuna quest' anno la scuoladei miei bimbi ha organizzato per domani un'uscita di un'oretta per riportare la tradizione di San Martino.
Domani Ca'Savio pullulerà ddi bambini con coperchi e mestoli ��.
Baci Cristina B.

Isabella ha detto...

Ma che bella tradizione! Speriamo si riesca a conservare a dispetto delle feste che meno ci rappresentano. Il tuo dolce è stupendo e non oso immmaginare come sarà il sapore....Qui l'estate di San Martino si fa sentire da giorni...sono al nord ma di giorno sfioriamo i 20°! Sono contenta che faccia ancora caldo...adoro queste temperature.

Andretta La Puff ha detto...

ma pensa! non ne sapevo niente delle tradizioni legate a San Martino... a parte che deve far caldo! Grazie, davvero affascinante!!!!!