background verde

martedì 3 ottobre 2006

Raccolgo l'invito...

Laura mi ha invitata a partecipare a questa specie di catena di sant' Antonio, sinceramente non so a chi passarla per non rifilare un altro test alle stesse persone. Ma chi vuol raccogliere raccolga (Melaguendy vuoi favorire? Se ti diverti come me...).  E poi, se ha accettato Meg nonostante le sue reticenze, NON POSSO rifiutarmi!


Faccio copia-incolla del regolamento.


REGOLAMENTO: Il primo giocatore inizia il suo post con il titolo "Cinque strane abitudini Feline" e le persone che vengono invitate a scrivere un post sul loro blog a proposito delle strane abitudini feline devono anche indicare chiaramente questo regolamento. Alla fine dovrete scegliere 5 nuove persone con gatto da indicare. Non dimenticate di lasciare un commento nel loro blog o journal che dice "Sei stato scelto" (si accettano commenti) e ditegli di leggere il vostro... Quindi riportate il regolamento, ed  indicate le 5 stranezze feline ed infine nominate le 5 felino-persone!!!
Varianti
Il blogger deve convivere con un felino ( e non osservarli in cortile dalla finestra della cucina)
Se il blogger vive con più di un felino deve descrivere le abitudini strane di uno solo di questi e non un pout-puorri  di strane abitudini della sua tribù. E può scegliere se farlo per tutti o solo per un gatto.

Ordunque, per me è un po' difficilotto farlo in quanto, pur conoscendo bene le mie belve, ultimamente sono più spesso fuori che in casa... vediamo cosa ne esce.


GIOIA (onore alla più vecchia).


1- Non fa mai le fusa, MAI, se non esclusivamente a me e in rarissime occasioni durante le quali, più che fusa, si tratta oggettivamente di un ronfìo leggero leggero appena percettibile. Di solito fuori sta cambiando il tempo.


2- Non cade in piedi: se cade per errore tonfa come tonfa, sia di schiena sia di sedere.


3- Di fronte ai cani non scappa, se il cane è piccolo gli corre dietro lei.


4- Ha una speciale predilezione per i pantaloni dell'uniforme di mio marito, il quale peraltro la detesta come una malattia: se li lascia per caso sul baule o sul letto lei regolarmente vi si accovaccia sopra. Ovviamente tutti al lavoro sanno che lui ha almeno un gatto in casa... dai peli che ci lascia sopra.


5- Dorme volentieri sopra al mio bauletto del cucito. In tutto avrà una superficie di venti centimetri quadrati, ma lei a costo di debordare da ogni lato ci si deve addormentare sopra se lo lascio sul tavolo.


E ora Heidi:


1- Fin troppo facile... beve l'acqua del WC (e non perchè la sua ciotola sia vuota, chiariamo).


2- Si addormenta regolarmente tra il dietro della stampante e il muro, dieci centimetri di spazio in larghezza.


3- Morde. Chiunque e qualunque cosa. Compreso il naso della veterinaria e la mano di chi l'accarezza. Però non affonda i denti , perciò gliele abbuono.


4- Dorme quasi sempre con le zampe posteriori spalancate e la pancia rivolta verso l'alto. Giusto perchè è una gatta, perchè se fosse una donna... censura.


5- Guarda la tivù! E se gli si para davanti qualcosa o qualcuno si sposta per vedere meglio...


E c'è una stranezza che le accomuna, mistero a cui spero prima o poi di trovare una soluzione. Entrambe vanno d'accordo con tutti i gatti del vicinato, giocano con tutti, passeggiano con tutti, randagi e domestici. Ma tra loro due è ancora odio spietato, insofferenza totale, non possono vedersi nemmeno in fotografia. Speriamo che crescendo la piccola, la grande si adatti un po'...


E ora chi vuol raccogliere raccolga!


Mamigà

Nessun commento: