background verde

martedì 30 marzo 2010

Jack


Ma non esiste proprio!
Intanto lo abbiamo chiamato JACK, come Jack Sparrow, perchè mi ricorda tanto il pirata in questione con quel manto nero nero e gli occhi gialli penetranti che sembra ti fulminino appena ti si posano addosso. Che poi ti crolla tutto il palco quando miagola, perchè sembra un gattino impaurito che somiglia più a Max quando vuol farti credere di essere appena stato bastonato dalla vita, per cui una giusta dose di crocchi potrebbe dargli la serenità rubata.
E' grosso, grooooooooosso, anzi grande, graaaaaaande, che a me i gattoni graaaaaandi sono sempre piaciuti ma la sorte mi ha regalato sempre gatti bonsai.
E ho letto da qualche parte che il gatto nero che ti attraversa la strada porta sfì, mentre il gatto nero che ti viene incontro o ti segue addirittura porta la buona sorte, quindi a cacciarlo di casa mi sembra di darmi la mazza sui piedi visti i tempi che corrono. Ma io non credo alla superstizione, quindi Jack dorme fuori a tutti i costi. Di notte. Di giorno è sul divano, e non lo si scolla di lì.
Da dove diavolo arrivi non ne ho la minima idea: si è materializzato qualche giorno fa in giardino, mi ha guardato fusando, si è diretto alle ciotole (inizio a pensare che tra gatti girino le mappe di questa casa con tanto di indicazioni stradali per raggiungerla, come chi ti consiglia un buon hotel dove pernottare quando viaggi senza una meta precisa), e ha fatto una cosa a parer mio gravissima: SI E' ARRUFFIANATO PAPIGA'. Che se da una parte mi sta anche bene perchè avere il suo benestare quanto ad argomenti felini è essenziale per il quieto vivere, dall'altra parte vi dirò che nonostante il mio amore per i gatti io non mi voglio paragonare a una gattara. Cioè, amo i miei gatti e quelli dei miei amici, ma ognuno si occupi dei suoi e finiamola lì. E sempre entro un certo limite nei numeri. Una lettiera in più non so dove metterla, nel letto già sono scomoda nel dormire con i due piccoli e già loro rompono abbastanza le pelotas di notte (la gioiuta non fa testo, in questioni di ordine e orari lei è una gran signora), e NON POSSO ACCENDERE UN ALTRO MUTUO per pagare veterinaria, crocchi e antiparassitari. Insomma, non voglio il quarto gatto, non voglio passare le mattine (e in inverno anche le sere) a pulire lettiere, a spazzolare manti due volte l'anno in corrispondenza dei loro cambi d'abito, a lavare ciotole e compagnia bella, non fosse altro perchè anche se non lavoro fuori casa non è proprio detto che le mie giornate le passi a fare crocette e uncinetto, tutt'altro.
Il problema è che il Jack-pensiero è completamente diverso. Su questo non ci piove. E quando un gatto si mette in testa qualcosa...

10 commenti:

utente anonimo ha detto...

Visto che dici che i gatti neri che ti vengoni incontro portano fortuna e ti chiedi da dove sia venuto? Magari e la buona sorte, dsotto forma di Jack che è venuta a trovarti.Un abbraccioMarinella

LauraGDS ha detto...

Non sarai superstiziosa ma io un pensierino a trattarlo come gli altri ce lo farei. Poi pensarsi "gattare" perchè la famiglia da tre passa a 4 lo trovo esagerato.Per l'antiparassitario ( che comunque se ti dorme in casa glielo devi mettere lo stesso) ti dò la dritta giusta in pvt.

MiaSorriso ha detto...

CAPITAN Jack Sparrow!Un gatto nero è stata una delle cose più meravigliose della mia vita, ha accompagnato ogni attimo dal 17 luglio 1989 al 17 gennaio 2000 e ancora oggi ha un posto specialissimo nei miei ricordi e nel mio cuore.Verrei a rubarti Jack, se potessi, ma ho due veti: quello del Ciccio tripode, gelosissimo padrone di casa, e quello della mamma sulle cui spalle pesa l'attività di rifornimento ciotole (più volte al giorno) e di manutenzione gattesca quando noi siamo assenti.Non sto nemmeno a suggerire alternative: se Jack vi ha adottati, non avete scampo, punto e basta.Per le lettiere ti consiglio, se ne hai la possibilità, di sostituirle con una comoda gattaiola, che consenta ai felini di entrare ed uscire liberamente (è possibile comunque bloccarla in uno o entrambi i sensi, se vuoi limitare il passaggio). Il vantaggio è duplice:1. non serve più il maggiordomo per aprire e chiudere le porte cinquanta volte al giorno2. i gatti potranno utilizzare il giardino come toilette (lo svantaggio è che se si concentrano in un'area specifica, non ci crescerà più niente).

ruadhbuitch ha detto...

mi sembra che, nonostante i tuoi non voglio, te ne sia già innamorata del furfante. Ora non resta che vedere chi l'avrà vinta: lui o tu?Un abbraccio

deb75 ha detto...

ROTFL! Sara, tesoro, te lo dico sinceramente... non sei credibile :-PE poi sai come si dice... chi gli dà il nome se lo tiene ;-)BaciDebora

Mamiga ha detto...

@Mia: sull'argomento gattaiola sorvoliamo ti prego! Sono otto anni che ci provo, ma vige il veto assoluto, nonostante le mie ripetute insistenze! Per mio marito significherebbe urlare al mondo la dipartita dei suoi neuroni antigatto... Sarebbe troppo umiliante!

widepeak ha detto...

eh già...lo sai no che non hai speranze? vincerà il gatto ovviamente. ci sono passata anche io...

roberta67 ha detto...

Io, di gatti, ne so praticamente zero ma... sei sicura che non lo vuoi? che non vuoi interpretare tanti segni del destino positivi? Che Papigà non sia convincibile, magari proprio ora, a quella diavoleria per gatti? Che non sia il gattone che proprio volevi e che proprio ora ti serve?Va là, lui ha scelto te e tu hai scelto luiRoberta

fantasymeg ha detto...

beh, Mamigà... puoi dire a Papigà che i neuroni antigatto se li è giocati già un paio di gatti fa... se vuoi lo chiamo e glielo dico io

utente anonimo ha detto...

dài, dove c'è da mangiare (ecc ...ecc...) per tre ce n'è anche per quattro, no???Prendilo come mascotte portafortuna per questo periodo, e poi il super-gattone hai detto tu che l'hai sempre voluto, no? Ciao Anna76