background verde

mercoledì 23 giugno 2010


So che non si vorrebbe mai parlare di queste cose, chi non vuole leggere si fermi qui. Io devo e voglio scriverle, anche se fanno venire il magone. Soprattutto perchè lo fanno venire.

Oggi Papigà è andato a seppellire Max. Non è stato fatto prima perchè il tempo non lo permetteva, e per altri motivi che non si possono scrivere. Comunque sia ora Max riposa, anche se mi piace pensare che sia ancora vivo da qualche parte, come quella leggenda del ponte sull'arcobaleno. Un piccolo incontro con la morte il mio, come non se ne vogliono mai fare, e per i quali in tutta la mia vita sono stata fortunatamente lasciata quasi del tutto esente finora. Dal male e dal dolore no, dalla morte si. Benchè ci pensi spesso.
Sono un po' triste. Si, "mi è morto il gatto", come si usa prendere in giro quando qualcuno è triste. Perfino mia madre mi ha preso un po' in giro, oggi, anche se a dirla tutta la mia produzione di lacrime è stata ben inferiore a quando persi Heidi, e non perchè di Max mi importasse di meno. Penso solo di essere in quella fase della vita in cui si fa il callo a talmente tante cose che si riesce a razionalizzare di più, e a vivere intensamente anche senza la necessità di dimostrarlo apertamente.

Un po' mi manca. Sarà stato anche solo un gattolino ma chi vive assieme a un peloso sa di cosa parlo. Quelle abitudini, quegli sguardi, anche se per poco tempo (un annetto abbondante) ma sono stata la sua mamma, mamma gatta, che si fa sforacchiare di notte senza fiatare (beh quasi) da un pelosino infoiato nell'arte dell'impasto, che proprio non può rimandare il suo lavoro e che lo potevi spostare dieci volte, ma dieci volte tornava in sede a sforacchiare ricominciando daccapo. Per giunta affondando il muso sotto la mia ascella e starnutendomi sul viso subito dopo, non ho mai capito il perchè. Che schifo. Ma che piccolo vuoto ora che non c'è più. Ora che quel fagottino sforacchiante non vola più di notte perchè sbaglia bersaglio andando a impastare una pancia che non era la mia, ma era strabico, lo sapevamo, nessuno è perfetto. La vete mi ha raccontato, tempo fa, che i siamesoidi sono famosi per essere dei gran chiacchieroni. Max deve aver preso dal papà sotto quell'aspetto, perchè non miagolava mai. Apriva la bocca senza emettere suoni, ma non perchè non ne fosse capace. Avete presente quell'aria da "così ti faccio più pena, vero?". Ecco, questo era Max. Un gattolino convinto di poter parlare solo con gli occhi, e ci riusciva anche, come tutti i suoi simili.
Max era tante cose. Un anno di gattolino ma era tante cose. Forse un po' trascurato, ultimamente spesso assente, aveva da fare lui. Aveva uno spazio da ritagliarsi in mezzo a tanti gatti più grandi e grossi di lui (ma anche una pantegana era più grossa di lui). E nessuno, NESSUNO se l'è mai presa con lui, non l'ho mai visto prendersi con un altro gatto, mai, nè mai è tornato sfregiato o in condizioni tali da farmi pensare che avesse litigato con qualcuno. Mai. Perfino alle idee rissose della Gioiuta ha sempre risposto voltando la pancia all'aria. Max era la bontà, forse anche la tontolaggine, anzi soprattutto la tontolaggine penso, ma era amore. Gratis. Non quello che ti lusinga per la ciotola di crocchi, ma quello che ti cerca anche quando la ciotola è vuota e la pancia è piena. Gratis.

Come se ne è andato non lo so, non lo saprò mai penso. Ma a me basta pensare al dono che è stato per me, per la mia famiglia, quel dono che ci ha imposto la sua mamma gatta con furbizia e a cui non abbiamo saputo dire di no. Un dono che abbiamo custodito per un anno e che in qualche modo inspiegabile mi sembra di non aver mai perso.

Perchè chi non si limita a dare a un gatto vitto e alloggio ma va un po' oltre intraprende una strada da cui non si può tornare indietro.

22 commenti:

utente anonimo ha detto...

Pure io ho pianto quando mi è morto il gatto, Peter Pan, pochi giorni dopo il rientro a casa dopo il cesareo del secondo. Anche lui era giovane, era nato il 16/05/2006 e mio figlio è nato il 16/10/2007. Io però non  ho ritrovato il suo corpo solo una telefonata che mi informava di averlo visto sul ciglio della strada. Mi è mancato molto anche perchè, ultimamente, cominciava ad essere più coccolone: è sempre stato un gatto indipendente, diciamo pure un po' "selvaggio". A volte ci penso ancora a lui. Io ti capisco e ti mando un abbraccio forte forte per tutoo quanto. Ciao Cristina

utente anonimo ha detto...

Pure io ho pianto quando mi è morto il gatto, Peter Pan, pochi giorni dopo il rientro a casa dopo il cesareo del secondo. Anche lui era giovane, era nato il 16/05/2006 e mio figlio è nato il 16/10/2007. Io però non  ho ritrovato il suo corpo solo una telefonata che mi informava di averlo visto sul ciglio della strada. Mi è mancato molto anche perchè, ultimamente, cominciava ad essere più coccolone: è sempre stato un gatto indipendente, diciamo pure un po' "selvaggio". A volte ci penso ancora a lui. Io ti capisco e ti mando un abbraccio forte forte per tutoo quanto. Ciao Cristina

MiaSorriso ha detto...

Sono passati dieci anni e ancora ogni tanto le lacrime scendono quando penso a George.Per 11 anni è stato il miglior compagno che potessi desiderare, per 11 anni non abbiamo mai perso un'occasione per stare vicini, per dimostrarci quanto tenessimo l'una all'altro.Mi manca, mi manca ancora tanto. Però l'ho avuto.Ed è stata una delle cose migliori che siano capitate nella mia vita.Ovviamente era un gatto. Nero.

MiaSorriso ha detto...

Sono passati dieci anni e ancora ogni tanto le lacrime scendono quando penso a George.Per 11 anni è stato il miglior compagno che potessi desiderare, per 11 anni non abbiamo mai perso un'occasione per stare vicini, per dimostrarci quanto tenessimo l'una all'altro.Mi manca, mi manca ancora tanto. Però l'ho avuto.Ed è stata una delle cose migliori che siano capitate nella mia vita.Ovviamente era un gatto. Nero.

lunatica2903 ha detto...

TI CAPISCO, ECCOME.IO DI GATTI NE HO 4...E ANCORA PENSO ALLA MIA PRIMA TENERA MICINA...KIKA....QUANTO AMORE SANNO DARE....ORA IL TUO MAX STA GIOCANDO CON LA MIA KIKA E TUTTI GLI ALTRI, è STATO AMATO E HA AVUTO UNA BELLA VITA ACCANTO  A TE CHE LO HAI AMATO (E LO AMERAI), è STATO MOLTO PIù FORTUNATO DI ALTRI MICI....LA MORTE è PIU' BRUTTA PER CHI RESTA CHE PER CHI SE NE VA..BACIO A TE E A MAX!

lunatica2903 ha detto...

TI CAPISCO, ECCOME.IO DI GATTI NE HO 4...E ANCORA PENSO ALLA MIA PRIMA TENERA MICINA...KIKA....QUANTO AMORE SANNO DARE....ORA IL TUO MAX STA GIOCANDO CON LA MIA KIKA E TUTTI GLI ALTRI, è STATO AMATO E HA AVUTO UNA BELLA VITA ACCANTO  A TE CHE LO HAI AMATO (E LO AMERAI), è STATO MOLTO PIù FORTUNATO DI ALTRI MICI....LA MORTE è PIU' BRUTTA PER CHI RESTA CHE PER CHI SE NE VA..BACIO A TE E A MAX!

ziacris ha detto...

Non ho gatti in casa, anche se attorn a casa ho la coloniafelina personale, ma mi hai commossa, mi hai fatta apingere, ho rivisto il tuo Max in tutti i Max che mi stanno attorno

ziacris ha detto...

Non ho gatti in casa, anche se attorn a casa ho la coloniafelina personale, ma mi hai commossa, mi hai fatta apingere, ho rivisto il tuo Max in tutti i Max che mi stanno attorno

widepeak ha detto...

che posso dire, ho perso grigia da così poco tempo, che ho solo potuto leggere questo post tra le lacrime. eccome se ti capisco

widepeak ha detto...

che posso dire, ho perso grigia da così poco tempo, che ho solo potuto leggere questo post tra le lacrime. eccome se ti capisco

venezia ha detto...

Ti capisco benissimo!!! io non l'ho scritto, l'ho solo accennato sul mio blog perchè ogni volta che ci penso mi vengono le lacrime agli occhi....il 19 febbraio anch'io ho perso la mia micina, e purtroppo l'ho trovta IO morta in casa...non ti dico come, ma solo che ho urlato tanto che mi hanno sentita i vicini...ho pianto come non mai, senza ritegno, davanti a mia suocera e al vicino che è venuto a prenderla prchè io non riuscivo a guardarla, figurati prenderla!!!! sono stata malisssssssimo per giorni! quello, in particolare, avevo due occhi gonfi e un magone tale che mia suocera mi ha chiesto se volevo che andasse lei a prendere le bimbe a scuola, ma ci sono andata io anche perchè temevo il momento in cui avrei dovuto dir loro che Titti non c'era più....e pensavo a cosa dire, perchè non potevo spegare a due bimbe di 6 e 5 anni com'era morta la loro micina e ho deciso di dire semplicemente che era stata investita.....Ora c'è Matisse, ma Titti mi manca e mi mancherà sempre! mi sentivo quasi stupida ad esternare questo mio stato di fronte a tanto altro dolore più "importante", ma sono stata male davvero, per cui ti capisco....Un abbraccio.Silvia

venezia ha detto...

Ti capisco benissimo!!! io non l'ho scritto, l'ho solo accennato sul mio blog perchè ogni volta che ci penso mi vengono le lacrime agli occhi....il 19 febbraio anch'io ho perso la mia micina, e purtroppo l'ho trovta IO morta in casa...non ti dico come, ma solo che ho urlato tanto che mi hanno sentita i vicini...ho pianto come non mai, senza ritegno, davanti a mia suocera e al vicino che è venuto a prenderla prchè io non riuscivo a guardarla, figurati prenderla!!!! sono stata malisssssssimo per giorni! quello, in particolare, avevo due occhi gonfi e un magone tale che mia suocera mi ha chiesto se volevo che andasse lei a prendere le bimbe a scuola, ma ci sono andata io anche perchè temevo il momento in cui avrei dovuto dir loro che Titti non c'era più....e pensavo a cosa dire, perchè non potevo spegare a due bimbe di 6 e 5 anni com'era morta la loro micina e ho deciso di dire semplicemente che era stata investita.....Ora c'è Matisse, ma Titti mi manca e mi mancherà sempre! mi sentivo quasi stupida ad esternare questo mio stato di fronte a tanto altro dolore più "importante", ma sono stata male davvero, per cui ti capisco....Un abbraccio.Silvia

Tittiz ha detto...

Infatti viene il magone a leggere questo post...:-(Mi dispiace tantissimo per il senso di tristezza che ti pervade, ma fai bene a ricordare tutte le cose belle che ti ha lasciato questo quadrupede peloso e fusante!Un abbraccio.

Tittiz ha detto...

Infatti viene il magone a leggere questo post...:-(Mi dispiace tantissimo per il senso di tristezza che ti pervade, ma fai bene a ricordare tutte le cose belle che ti ha lasciato questo quadrupede peloso e fusante!Un abbraccio.

utente anonimo ha detto...

da mamma/amica di peloso so cosa provinoi abbiamo da poco augurato buon viaggio alla nostra cagnolotta e ancora la sento muoversi per casa, o russare la notte

utente anonimo ha detto...

da mamma/amica di peloso so cosa provinoi abbiamo da poco augurato buon viaggio alla nostra cagnolotta e ancora la sento muoversi per casa, o russare la notte

utente anonimo ha detto...

...un post triste? certo, ma così pieno d'amore che se i gatti sapessero leggere e navigare sul web, in un paio di giorni te li ritroveresti tutti nel giardino di casa. Ti abbraccio, Daniela

utente anonimo ha detto...

...un post triste? certo, ma così pieno d'amore che se i gatti sapessero leggere e navigare sul web, in un paio di giorni te li ritroveresti tutti nel giardino di casa. Ti abbraccio, Daniela

utente anonimo ha detto...

Se fossi stata sola in casa sarei scoppiata in singhiozzi.... Ora non posso, faccio solo scendere le lacrime un po' alla volta...Conosco le unghiette nel letto, a me sempre nel collo e conosco gli starnuti in faccia (che schifo), ma da quando c'è Pallino nel letto siamo in 3 e se non c'è come questa mattina, mi manca terribilmente...Ti capisco eccome e si può tranquillamente piangere per un gatto... Non ti fa sembrare sciocca, ma super... Mi ricordo che qwuando è successo   a me che ero piccola è stata proprio la mia mamma a dire che si poteva fare....E Power come l'ha presa???Lara

utente anonimo ha detto...

Se fossi stata sola in casa sarei scoppiata in singhiozzi.... Ora non posso, faccio solo scendere le lacrime un po' alla volta...Conosco le unghiette nel letto, a me sempre nel collo e conosco gli starnuti in faccia (che schifo), ma da quando c'è Pallino nel letto siamo in 3 e se non c'è come questa mattina, mi manca terribilmente...Ti capisco eccome e si può tranquillamente piangere per un gatto... Non ti fa sembrare sciocca, ma super... Mi ricordo che qwuando è successo   a me che ero piccola è stata proprio la mia mamma a dire che si poteva fare....E Power come l'ha presa???Lara

ladygabibbo ha detto...

ti capisco....ho avuto molti compagni di vita, sia gatti che cani e purtroppo molti sono andati via..conosco le unghiette che impastano...e il musetto sotto l'ascella...un abbraccio forte

ladygabibbo ha detto...

ti capisco....ho avuto molti compagni di vita, sia gatti che cani e purtroppo molti sono andati via..conosco le unghiette che impastano...e il musetto sotto l'ascella...un abbraccio forte