background verde

mercoledì 7 aprile 2010


Stamttina sono stata a fare la sesta infusione. Ho fatto anche la visita, acqua e olio tuttapposto. Ero convinta che tra tre o quattro infusioni avrei avuto qualche settimana di pausa, e invece no, tutto un tiro fino all'intervento che comunque non è ancora programmabile in termini di tempo. Tutto sommato se va avanti così non è neanche male, non vomito più dopo che la cura è stata modificata, e gli effetti collaterali che sto sopportando sono controllabili itranne la caduta dei capelli che sta prendendo il via con sempre più decisione man mano che passano i giorni. Insomma, posso dire che sto relativamente bene rispetto a quello che sento in giro. La cosa che più mi da fastidio è l'intestino sempre in subbuglio, sembra che laggiù non ci sia mai pace soprattutto durante le mattinate. E il naso che gronda sempre sangue. Ma non posso farci nulla o quasi, quindi sopportiamo e dosiamo le forze. E reiniziamo a gonfiarci di cortisone.
Per parlare d'altro, finalmente domani il Power torna all'asilo: tutti che mi chiedono se non vedo l'ora, io rispondo di si, ma non per liberarmene (in fondo è stato anche bravo in questi giorni, Poweralmente parlando s'intende), quanto perchè è un po' stufo di non vedere i suoi amici. E mi chiedono anche come mai tanti giorni di vacanza visto che quasi ovunque le scuole sono già reiniziate tra ieri e oggi, e io rispondo che qui da noi non ci sono state le votazioni, quindi i bambini fanno un giorno di ferie in più che gli altri hanno già fatto la settimana scorsa. Ah, l'altra sera gli è caduto un altro dente, finalmente l'incisivone ha spazio per scendere dopo che da più di un mese era mezzo incastrato tra la gengiva e il dentino accanto (ma fa impressione! Un incisivo da adulto in una bocca da seienne è spaventoso!) Comunque sia io non mi ricordo tanti giorni a casa per Pasqua ai miei tempi, si stava a casa Pasqua e Pasquetta e stop. Ma dicono che i tempi sono cambiati, quindi adeguiamoci anche perchè non possiamo farci nulla...
Pasqua è passata, come ogni festa comandata da qualche anno in qua metà con i miei e metà con i suoceri. A me è andata anche bene perchè non ho lavato i piatti, sono sincera, e la compagnia è stata gradevole sia di qua sia di là. Fatta la dovuta eccezione per quello che io chiamo "il viscido", un parente acquisito di mio marito che quando definisco "viscido" lascio spazio alla libera immaginazione su che tipo possa essere. E qui mi fermo.
Intanto abbiamo fatto scorta di cioccolata per tutto il duemiladieci, opportunamente e velocemente insacchettata per la stragrande parte, e riposta in freezer per i tempi di magra e per improvvisi attacchi di tortite.E' stato grande mio marito che alla sottoscritta oltre al libro di cui sotto ha regalato una scatola di Baci, che ho opportunamente tolto dall'involucro e riposto in una boccia di vetro trasparente sul mobile del soggiorno. Mescolati ai gianduiotti della befana fanno un figurone stile pubblicità dei Rocher, un bel-guardare oltre che un buon-lappare
A Pasquetta si sarebbe dovuti andare a fare la grigliata con la solita compagnia di amici. Per motivi che non mi va di raccontare siamo rimasti a casa, così nel pomeriggio mi sono dedicata col Power al giardinaggio visto che un po' di sole si era affacciato.
Ho iniziato a raspare via un po' di muschio lungo il lato nord, sotto alle aromatiche, ma quanto ce n'era... Ho dato un'occhiata ai miei gerani. Ex gerani. Nonostante le protezioni che gli ho messo come gli anni scorsi, questo inverno il freddo esagerato li ha uccisi uno ad uno. Avevano diversi anni, tre di loro erano gerani con le foglie screziate, bellissimi. Quest'anno ho deciso di non fare vasi come gli altri anni, non mi va di spendere soldi per quello che non è necessario, ma i gerani mi dispiace non rimetterli, erano una meravigliosa macchia rossa davanti alla porta che da in giardino... Quasi quasi un salto in vivaio lo faccio solo per quelli, chissà che ricominciando da capo con loro non sia a posto per almeno cinque o sei anni con piante nuove e forti. Con una decina di neuri dovrei ricavarne sei o sette piante, tutto sommato non è una gran spesa. Sperando che i parassiti siano un po' più clementi della scorsa estate, anche se finchè nei terreni vicini non tengono pulito ho l'impressione di lavorare per niente: ho il mio bel daffare a tenere lontane farfalline, pidocchietti, lumache, zanzare con la disinfestazione dei tombini, ma anche gramigna, ortiche e tutto il resto, quando oltre le reti di confine per tre quarti ho il disastro e l'incuria più totale. E stare a mandare i vigili una volta l'anno mi sembra esagerato, giuro che la tentazione di dar fuoco ogni tanto è stata forte.
Che altro dire... ah si, vorrei spendere qualche parola su un paio di pensierini che ho ricevuto in questi giorni, ma meritano un post a parte con relative foto perchè ne vale la pena. Domani mi do da fare.

5 commenti:

ziacris ha detto...

Continua così che vai bene, stai affrontando il tutto con la solita serenità che ti contraddistingue, Sei brava, metti fuori i tuoi pensieri sulla chemio, ma poi hai tanti altri pensieri piacevoli che ti tengono compagnia.Parlaci del viscido, così dopo io ti parlo della cognata scema...in ogni famiglia c'è il suo. si dice che ogni paese ha il suo matto, beh...noi abbiamo lo scemo o scema di turno

ziacris ha detto...

Continua così che vai bene, stai affrontando il tutto con la solita serenità che ti contraddistingue, Sei brava, metti fuori i tuoi pensieri sulla chemio, ma poi hai tanti altri pensieri piacevoli che ti tengono compagnia.Parlaci del viscido, così dopo io ti parlo della cognata scema...in ogni famiglia c'è il suo. si dice che ogni paese ha il suo matto, beh...noi abbiamo lo scemo o scema di turno

fiocco72 ha detto...

Per le vacanze pasquali, i miei figli sono ancora a casa, rientrano lunedì e da noi ci sono state anche le votazioni. Oggi sono a casa da soli, i nonni avevano delle visite, io e marito al lavoro, spero non distruggano niente, tanto a pranzo rientro io...ogni volta queste vacanze interminabili sono un grande problema per noi genitori. Mi fa sempre piacere leggerti e sono contenta che comunque le cose non vadano male, so che sei molto forte e lo stai dimostrando. Un grande abbraccio.

deb75 ha detto...

Sara, il tuo "viscido" sarà amico del mio?! Proprio vero, ogni famiglia ne ha uno... da me c'è un bell'assortimento, ma non basterebbe un blog intero!Un bacio grande 

deb75 ha detto...

Sara, il tuo "viscido" sarà amico del mio?! Proprio vero, ogni famiglia ne ha uno... da me c'è un bell'assortimento, ma non basterebbe un blog intero!Un bacio grande