background verde

venerdì 3 settembre 2010


Se certi medici talvolta se ne stessero zitti farebbero un favore all'umanità. Ma non lo dico con cattiveria.
Ad esempio se il chirurgo stamattina, prima di togliermi il resto dei punti,  anzichè dirmi
"è arrivato l'istologico, è positivo, ma doveva saperlo che poteva essere così, in fondo doveva mettersela via, probabilmente dovrà fare ancora chemio, ma io non so niente, se la vedrà con l'oncologo" avesse semplicemente detto "signora lunedì la chiameranno per prendere appuntamento", ora non sarei qui col magone. Come se quel "doveva saperlo" fosse scontato, e lo togliesse da ogni responsabilità dopo avermi dato un cinque sulla faccia.
Non è detto che ancora chemio sarà, forse si e forse no, quello che io mi auguro è facile e scontato capirlo, ci arriverebbe anche un bambino. Ma accidenti, poteva andarci giù un po' meno pesante...

17 commenti:

utente anonimo ha detto...

Accidenti, mi spiace Mamigà....e mi viene il magone ripensando alla felicità di una settimana fa. Ti auguro di non dover fare più chemio, ti auguro che pur positivo sia definitivamente debellato da tuo corpo.Per quanto riguarda certi medici, io lavoro con uno che di tatto non ne ha pur lavorndo da 35 anni....Un bacioLara

mary64 ha detto...

...appunto, il tatto che ha una zampa di  elefante!

lauraricama ha detto...

Potevi anche ucciderlo dopo quello che ha fatto!!!Mi spiace Mamigà, ma anche se bisognerà fare un altro poco di chemio nn sarà troppo grave.... oramai hai fatto più di metà dell'opera e nn vorrai confoderti per l'ultimo piccolo sacrificio, forza Mamigà, tieni duro!!!!

paluca ha detto...

Mannaggia quanto mi dispiace, spero che nonostante tutto la situazione possa volgere al meglio.Ti penso, incrocio le dita e dico una preghierina per te!

utente anonimo ha detto...

str...zo quello che ti ha detto così. Che gioia ci prova? Ma andasse....Roberta

ilmiopeignorante ha detto...

Mamiga,mi hai riportato con le tue parole ad una anno fa...nei pensieri della mia Lucetta... nell'attesa dell'istologico.....Chemio....non chemio....Ricordo le notte insonni.....le crisi...i magoni....Ed ho imparato.... chemio o non chemio.... a lottare...E ne abbiamo fatta di strada......tanta....tanta.....Vorrei tanto che i miei pensieri sciogliessero il tuo magone.... ma sò già che non ci riuscirò....ed allora ti prego di accettare  il mio abbraccio....... così come io ho abbracciato la mia Lucetta...CiaoA.

lamammadicarlo ha detto...

Che dire ? Essere medici non vuol dire essere anche persone educate ...a quel punto i medici li conteremmo sulle dita di una mano ...speriamo solo che quando andrai a fare il colloquio ti possano dare miglior conforto e magari, come tutti speriamo, possa essere CHEMIO NO.  Non mollare proprio ora !!!!

utente anonimo ha detto...

Eh la sottile differenza tra FARE il medico e ESSERE MEDICO......ora dirti di non pensare a sta uscita del sucitato laureato non si può perchè sentiamo tutti da qui il dolore della ferita che ti ha dato......altro che punti da togliere certe ferite all' anima son dure da curare ma questo lui non lo può manco immaginare....povero.......bon dicevo ora Mamigà io e tutti quelli che da dietro lo schermino ti portiamo nel Cuore ti vorremmo coccolare un pochino magari anche abbracciarti fisicamente non vi fossero distanze ma visto che rimane solo sta tecnologia virtuale......"Ok Sara sei giù sei a terra HAI tutto il diritto di esserlo di essere anche arrabbiata di aver voglia di piangere con qualcuno o da sola e devi poterlo fare qualcuno fisicamente vicino a te sappiamo che c'è e ci sarà sempre ma ora ecco ora proprio in questo istante con gli occhi del Cuore guarda il mio il nostro Sorriso perchè come in uno specchio tu veda riflesso il tuo volto che sorride magari un sorriso piccino ma l'accenno c'è...... e TU in quel Sorriso con Fede e Fortezza credici e riparti. Dal cuore anche la mia preghierina."paola

innoallavita ha detto...

Ascoltami: tu devi prendere il tuo referto e LEGGERLO e tenere conto di alcuni fattori. Il ki67 o proliferazione cellulare (se è inferiore al 25% è un buon segno), i marcatori ormonali (se sono alti la chemio non serve) e l'invasione vascolare e il cerb (che spera sia negativo). Ricordati che gli oncologi si TUTELANO con la chemio, perchè siamo giovani e ti diranno la famosa frase "Ma se c'è una cellula in giro..." Tu guarda l'oncologo negli occhi e chiedi cosa farebbe al tuo posto. Ovvio che però se l'istologico è brutto, la chemio la devi fare. A me volevano farla fare quando il tumore era chiaramente ormonale, e io ho chiesto altri consulti. I dottori, in cambio di chemio, godono di viaggi splendidi offerti dalle case farmaceutiche. Comunque devi avere il tuo istologico in mano.

pioveeceilsole ha detto...

Non posso che augurarti che la chemio non sia necessaria! C@zzo (scusa la finesse, mi sa che ho fatto la stessa scuola di tuo marito!!) non DEVE essere necessaria!A me un chirurgo leggendo l'istologico disse "eh si c'è una curetta da fare" CURETTA 6 cicli di chemio?!  E anche "bè, però  io pensavo che lei avesse una cosa peggiore"Forse è vero, i chirughi fanno i chirurghi perchè non sarebbero in grado di gestire i pazienti "da svegli"!

camden ha detto...

E' difficile il rapporto tra medico e paziente, perché è raro che i medici sappiano dirlo nel modo giusto.Sai che a me nessun medico in ospedale al momento delle dimissioni ha parlato chiaramente di cancro (anche se il sospetto io lo avevo mentre loro erano certi, oltre all'istologico lo avevano visto con i loro occhi) e alla fine è stato il mio compagno a dirmelo? (A lui lo avevano detto)Ma è normale????Comunque spero che la chemio sia finita, dovrà andare tutto bene.Un abbraccio.

utente anonimo ha detto...

e se ognuno facesse il proprio mestiere? il chirurgo il chirurgo e l'oncologo l'oncologo?"positivo"  detto così, da solo, non significa niente. La tua bestia, Mamigà, non è mai stata sufficientemente analizzata. Questa è la prima volta che la guardano in faccia, lei o i suoi residui.Il quesito non era "Positivo" o "Negativo", ma "positivo come?".Aspetta ciò che dirà l'oncologo. Non ascoltare nessuna parola prima di quel momento. Semplicemente non sanno quello che dicono, nè perchè lo dicono, e tantomeno a chi lo dicono.Un abbraccio, Mamigà! e stai sù!l'utente anonima ma non troppo. ;-)

stelleblu ha detto...

Ho una mia teoria sui chirurghi. I  E' come se l'essere a contatto ogni giorno con la "carne viva" delle persone, avere contatti sociali davanti a ferite, sangue, tagli e similia, li abbia resi un po' "selvaggi" (lo dico nel senso buono del termine). Le parole dei chirurghi hanno sempre una certa spiccia maniera diretta di comunicare. E per maniera diretta intendo non meditata, poco interessata ai particolari. Inoltre, ho sempre avuto l'impressione che la 'clinica" sia per loro un terreno che non amano.  Tutto quel valutare, articolare, considerare appunto i particolari, mi pare lontano dai loro modi . E spesso se devono parlarti di questo prediligono le opzioni piu' drastiche. Come se fosse sempre una questione di "aprire o non aprire". Per cui il mio consiglio e' di prendere le parole del chirurgo con le molle. Non perche' possa dire il falso, ma per il modo in cui ti ha parlato. Aspetta con tutta la serenita' che puoi di parlare con l'oncologo. Il quale invece ai particolari deve fare necessariamente molta attenzione. Un abbraccio Rosita 

utente anonimo ha detto...

Ogni medico è specializzato nella sua branca e <TU DEVI  aspettare senza pensare a quello che ti dirà l'oncologoI chirurghi sono molto bravi a tagliare e cucire e punto .Per il resto si affidano agli oncologi, che conoscono meglio la BESTIATi prego tieni duroSilvia

utente anonimo ha detto...

Forza Sara non mollare e, come già detto dalle altre, aspetta di parlare con l'oncologo. Un abbraccio ed un bacio dal profondo del cuore Cristina

utente anonimo ha detto...

Che sia positivo non vuol dire nulla: magari è di un tipo che risponde benissimo alla terapia ormonale, e lui, che è SOLO un chirurgo, non lo può sapere.Tieni duro, non lasciarti abbattereRaffa

utente anonimo ha detto...

ma un bel vaffa glielo potevi dire...proprio stronzo sto medico!un abbraccio e ricordati che "c'è ancora il blu sopra le nuvole" (Pooh)CiaoAnna76